Incastonata nel cuore del meraviglioso Parco archeologico dell’Appia Antica, Villa Livia è un’antica casa colonica compresa sin dall’antichità tra le proprietà dell’illustre famiglia Torlonia. Negli anni Cinquanta quest’esclusiva dimora di pregio venne acquistata dal Duca di Warwick, cugino della Regina Elisabetta e grande amante del cinema il quale, apprezzandone la vicinanza con i mitici studios di Cinecittà, la trasformò nella sua residenza romana. Un legame, quello di Villa Livia col mondo del cinema, che proseguendo nel tempo l’ha vista spesso e volentieri set di importanti pellicole, come ad esempio “L’ultimo bacio” di Gabriele Muccino.
La raffinatezza degli ambienti interni unita alla spettacolarità dell’immenso parco ricco di rare essenze botaniche, antichi bossi e maestosi alberi secolari, fanno di Villa Livia la cornice ideale per un ricevimento di nozze memorabile ed unico. La Villa, che viene riservata in esclusiva agli sposi, conserva intatta la sua struttura architettonica originaria ed offre un ampio ventaglio di poliedrici spazi in grado di trasformare il giorno del sì in un vero e proprio sogno ad occhi aperti. A cominciare dagli incantevoli boudoir degli eleganti giardini all’italiana, irrinunciabile set per le fotografie di rito, sino al maestoso parco secolare, in grado di accogliere oltre 1000 invitati, che è lo scenario ideale per l’aperitivo di benvenuto o per il fatidico taglio della torta: qui una magnifica piscina si staglia nel verde dei rigogliosi giardini, mentre il romantico portico con corte ove troneggia un’antica fontana, il fiabesco ninfeo e l’esedra conferiscono all’ambiente un’atmosfera magica e suggestiva che lascerà tutti a bocca aperta. I raffinati saloni interni, decorati con pregiati affreschi e arredati con mobili d’epoca, rappresentano invece la cornice ideale per un banchetto sontuoso e di alto livello. Gli sposi potranno scegliere tra la Sala del Camino, che può ospitare fino a 120 invitati, e la Sala delle Muse, in grado di ospitare fino a 130 persone e dove è anche possibile allestire una platea e ottenere l’oscuramento completo per le proiezioni. Mentre il giardino d’inverno, collegato ai saloni interni e con una capienza totale di 250 persone, è la soluzione migliore per un simposio pregno di fascino anche nel pieno del periodo invernale. Infine la greenhouse, elegante ed ispirata al design della casa, che garantisce un set up completo per 400 partecipanti.
Il servizio di banqueting interno, a cura esclusiva di Le Bonheur, mette a disposizione delle coppie uno staff professionale e altamente qualificato, che con attenzione e meticolosa cura saprà accogliere ogni istanza dei protagonisti realizzando allestimenti su misura secondo le esigenze e i desideri degli sposi, che potranno così trasformare il loro giorno più bello in una favola straordinaria ed unica che resterà per sempre scolpita nella memoria dei cuori.