In pieno centro storico, a poche centinaia di metri da piazza Maggiore e delle Due Torri, si trova un palazzo nobiliare costruito a metà del XVI secolo per ospitare un papa.
Nel Palazzo visse e si formò Papa Gregorio XIII, che prima fu Cardinale Ugo Boncompagni, e che risiedette qui fino alla elezione al soglio pontificio che avvenne il 13 maggio 1572 e alla successiva incoronazione, il 25 maggio dello stesso anno.
A partire dal 2017 Palazzo Boncompagni è stato riaperto alla città per mostre di arte contemporanea ed eventi privati. Varcata la soglia, a destra, si incontra un primo ambiente di rappresentanza. Si tratta di un grande salone con affreschi che coprono la volta e la parte alta delle pareti, creando una sorta di palcoscenico cinquecentesco atto ad impressionare i visitatori con una storia nota ed edificante, come usava all’epoca.
La Loggia che conduce dall’ingresso fino alla scala elicoidale del Vignola, è coronata da tre archi sostenuti da preziose colonne finemente istoriate, al di là delle quali si può ammirare una maestosa magnolia.